dante graphic novel

Un Dante indipendente e multiforme

Dante è talmente complesso che può essere letto a tutte le età (possibilmente dopo la scuola). A ogni lettura ci offre delle visioni diverse, perché la Divina Commedia è una miniera di immagini…
Così ho voluto fare anche io la mia versione che sta fra l’illustrazione, il fumetto e il cinema.
Leggendo Dante, negli ultimi 20 anni, ho avuto almeno tre fasi illustrative. La drammatica per prima: tutti i disegni erano disperazione pura. Poi nella seconda lettura è nato piano piano un Dante bambino, spaesato ed impaurito che mi ha fatto sorgere disegni più comici sdrammatizzando pure l’Inferno.
Così ho mescolato le due sostanze, il dramma e la commedia, lasciato alcuni mostri della prima fase riambientati in un’atmosfera dissacrante e più leggera, da fumetto, e dato libertà alle visioni che si liberavano del peso della tragedia. Come dice Calvino nelle sue lezioni americane, la sfida è far coesistere la leggerezza con la pesantezza.
Alla terza e quarta lettura, dove necessario, ho aggiunto delle viste che avevo saltato e che legano cinematograficamente le scene con campi e controcampi, cercando di avvolgere lo spazio molteplice del viaggio dantesco.
Il risultato è un Dante Indie (indipendente), non canonico, non ingessato, che vorrebbe arrivare a lettori di tutte le età (certo a partire dai 10 anni per la complessità dei temi trattati) e farci riflettere sulla nostra condizione umana come solo il grande poeta riesce a fare.
124 pagine 21×28 cm

Un meccanismo ad orologeria

Nella Divina Commedia ci sono:

  • 3+4+5 = 12 rime in “DIO
    3 volte nell’Inferno (III,122-IV,38-XII,119)
    4 volte nel Purgatorio (VII,5- XI,88-XXVII,24-XXXII,59)
    5 volte nel Paradiso (VIII,90-X,56-XXIV,130- XXVI,56-XVIII,128)
  • 12 rime in “Cristo” (Par. XII,71-73-75; XIV,104-106-108; XIX, 104-106-108;XXXII,83-85-87),
  • 12 rime in “stelle” (Inf.I,38-III,23-XVI-83-XX,50-XXXIV,139—Pur.I,23-VIII,91-XXVII,89- XXXI,106-XXXIII,145—Par.IV,23-XXXIII,145)
  • 12 rime in “riso” (Inf. V,133— Pur.IV,122-XXVIII,146-XXXII,5—Par.VII,17-X,103-XV,34-XVII,36-XXIII,59- XXVII,4-XXX,26-XXXI,50)
  • 12 rime in “intelletto” (Inf. II,19-III,18-XV,28— Pur. VI,45-XVIII,55-XXII,129-XXV,65-XXVIII,81-XXXIII,73—Par.II,109-XV,45- XXVII,108)

515 e 666: il bene e il male?

profezia di Virgilio (Inferno I, vv. 100-102)
666 versi
profezia di Ciacco (Inferno V, vv.63-66)
515 versi
profezia di Farinata (Inferno X, vv. 79-81)
666 versi
profezia di Brunetto Latini (Inferno XV, vv. 70-72)
515 versi
profezia di Nicola III (Inferno XIX, vv. 52-87)


515 è un numero specchio, con l’1 che fa da specchio a due 5, come Dante che si specchia in uno dei tre principi della trinità alla fine della Commedia e vede se stesso: allora Dante si india, diventa Dio mentre Dio diventa uomo.


Guardaci ben! Ben son, ben son Beatrice! Come degnasti d’accedere al monte? Non sapei tu che qui è l’uom felice?


Intervista con Paolo Pasquini sul progetto AMA E DENTE

Festival Dantesco di Roma, 3 nov 2020

Dante e la Divina Commedia illustrata in graphic novel…. unendo i linguaggi di illustrazionefumetto e cinema ho tirato fuori la mia versione della Divina Commedia un po’, comica un po’ tragica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.