Wonderland, il Paese dei Perché?

Il signor Tempo cosa dirà? Qualcuno sta battendo fuori tempo, in più è stonato come una campana.. Non c’è più tempo, manca il tempo, dove sarà andato a finire il signor Tempo? mi domando io… E sicuramente una testa rotolerà, poveri noi… Ho letto il viaggio nel paese delle meraviglie in terza media e mi … Continued

Giopporincoppo

Era cenaffio e i molli tovi sgrillettavano bambusciando nella meriggiana. Tutti mosi stavano i murgosi, mentre il porcimommo fischiurlava. libera traduzione del Jabberwocky di Lewis Carroll (1871)

Attraverso lo specchio 1997-2020

Riprese le matite-bic della fine del ‘900 e poi china e colori digitali oggi 2020… uno specchio lungo più di 20 anni di vita… Il secondo capitolo delle avventure in Wonderland è profondamente enigmatico e sono convinto che una rappresentazione più completa dovrebbe prevedere i due capitoli anche intrecciati.

Mad Hatter, Cappellaio Matto

Il cappellaio che ha ucciso il tempo non tenendo il ritmo, è incastrato alle 6 di sera e per questo deve continuare infinitamente a prendere il te…. una delle invenzioni più geniali di Carroll

Strange Wonderland

i migliori illustratori del Paese delle Meraviglie, secondo me: Lisbeth Zwerger, Rebecca Dautremer, Gabriel Pacheco, Anne Herbauts, Viive Noor, Falcone Fernando, Emanuele Buzzati, Liza Ferneyhough, Tove Jansson, Iban Barrenetxea, Min Ji Kim, Julia Sardà, Beatriz Martin Terceno, Roger Ingpen. Per riuscire a cogliere lo spirito dei due libri di Carroll, ci sono due fattori determinanti: … Continued

“DOD”

Dovrò telecomunicare con Meucci che ha appena inventato il suo “parlare a distanza” (basta un filo e la luce porta la voce lontano!)… Mi servirà ripassare la tavola degli elementi dall’idrogeno fino a…(eppure siamo una manciata di biglie che si chiamano atomi!?!). Vedrò assistere agli scavi di Schliemann che in terra turca sta dissotterrando le … Continued

A. in wonderland (1995)

Dopo il ritorno di Pinocchio illustrai Alice nel paese delle meraviglie, sempre nel lontano 1995. Anche qui spaziavo dalla china ai pastelli ad olio, matite, gessetti, collage e acquarello… un bel casino. –