ama e dente

Leggendo Dante ho avuto due fasi precise: per prima la drammatica, tutti i disegni erano disperazione pura, ma all’ultima lettura è nato piano piano un Dante bambino spaesato ed impaurito che mi ha fatto sorgere disegni comici, che sdrammatizzano pure l’Inferno. Così ho mescolato le due sostanze, lasciando alcuni mostri della prima fase riambientandoli però in un’atmosfera dissacrante e più leggera. Così ho percorso le 3 cantiche con 123 disegni.


  • Nella Divina Commedia ci sono:
    3+4+5 = 12 rime in “DIO
    3 volte nell’Inferno (III,122-IV,38-XII,119)
    4 volte nel Purgatorio (VII,5- XI,88-XXVII,24-XXXII,59)
    5 volte nel Paradiso (VIII,90-X,56-XXIV,130- XXVI,56-XVIII,128)
  • 12 rime in “Cristo” (Par. XII,71-73-75; XIV,104-106-108; XIX, 104-106-108;XXXII,83-85-87),
  • 12 rime in “stelle” (Inf.I,38-III,23-XVI-83-XX,50-XXXIV,139—Pur.I,23-VIII,91-XXVII,89- XXXI,106-XXXIII,145—Par.IV,23-XXXIII,145)
  • 12 rime in “riso” (Inf. V,133— Pur.IV,122-XXVIII,146-XXXII,5—Par.VII,17-X,103-XV,34-XVII,36-XXIII,59- XXVII,4-XXX,26-XXXI,50)
  • 12 rime in “intelletto” (Inf. II,19-III,18-XV,28— Pur. VI,45-XVIII,55-XXII,129-XXV,65-XXVIII,81-XXXIII,73—Par.II,109-XV,45- XXVII,108)


Guardaci ben! Ben son, ben son Beatrice!
Come degnasti d’accedere al monte?
non sapei tu che qui è l’uom felice?